Ad Menu

Backup

Backup:

Alcuni programmi e soluzioni per fare il backup:

Flyback:
Un programma ispirato dalla versione per OSX,che vi permette di fare il backup incrementale di cartelle da voi selezionate senza compressione e di ripristinare qualsiasi dei backup fatti; e il tutto molto velocemente.
Il programma si adatta per fare copie su chiavetta usb per il trasporto, ed è disponibile per diverse distro, Qui il download.



Simple backup e Simple restore:
Si trovano già nei repository di ubuntu,un programma di 2 parti già completo facile da usare con le funzioni necessarie per fare ed avere sempre un backup aggiornato.
Se per motivi di lavoro potete creare una partizione che usate per il backup,così in caso di problemi potete reinstallare ubuntu sulla vecchia partizione in dieci minuti.
Nota:Presente nei Repository.


Remastersys:
Un programma che crea una iso della vostra installazione di ubuntu .
Ovviamente una distribuzione live con tutti i programmi che avete scelto (e con i vostri dati se li volete includere).
Comodo per installare ubuntu su più macchine o passare una copia a qualcuno perchè è legale!Unico handycap la dimensione non deve superare quella di un DVD.
La creazione della iso riduce l'effettiva installazione del 40% ca.,quindi se installate ubuntu con i vostri programmi preferiti non potete superare 8-9 Gb su disco altrimenti lo dovete rifare.
Comunque avete in questo modo un backup del vostro sistema che potete reinstallare su una partizione o ex novo.
Pagina di download Qui.


Bubakup e LVPM:
Anche questi due programmi lavorano in coppia,Bubakup è un programma che clona la partizione completa con l'opzione di ecludere alcune directory se volete e ne crea una partizione virtuale in una cartella dalla quale si può fare il boot,successivamente si può anche comprimere o usare per fare dei test o installazioni aggiuntive.


Nota:Una partizione loop è una cartella virtuale montata in loop da non confondere con virtualbox o similari che virtualizzano un pc!


Prima di utilizzare LVPM per il ripristino, è necessario disporre di una partizione per il filesystem di root, e un'altra partizione formattata come swap.
Se non si dispone di partizioni di scorta, è possibile utilizzare gparted.
Oppure potete scaricare dal sito Partition-manager(parted magick) per ubuntu,disponibile in due versioni: una live-Cd e l'altra che si installa dentro grub da cui avviare la macchina con gparted-Live che vi permette subito di partizionare e anche altre cose.
Dunque basta fare il boot da bubakup ed avviare LVPM dal menu Applicazioni-->Strumenti di sistema-->LVPM per riavviare la reinstallazione del bubakup!
Come se fosse il ripristino di sistema!
Questi programmi sono veramente da provare.
Nota:"Wubi" è un programma per installare ubuntu dentro windows creando una partizione-loop cioè virtuale.
Mentre "Lubi" è la versione per installare un'altra distro linux dentro ubuntu.
La pagina di Download per Bubacup,LVPM,Lubi,Wubi e Partition-Manager. Qui

Share/Bookmark
Stampa il Post - Print this Post

Comments :

4 commenti to “ Backup ”
stef@no ha detto...
on  

Ciao Silvio, spero che questo commento ti raggiunga. Era già un pò che mi domandavo come mai il blog è fermo; ora devo risolvere un problema, ho iniziato a cercare la soluzione nel tuo blog e volevo chiederti un parere.
Abbiamo un server su cui gira un portale aziendale che contiene una serie di informazioni che vengono aggiornate e consultate quotidianamente dalla rete interna.
Quando qualche tempo fa il pc è crashato sono passati diversi giorni tra la reinstallazione del sistema operativo, la reinstallazione e la messa a punto dei programmi ed il ripristino del database e degli altri dati.
Ora pensavo che usassi RemasterSys potrei esportare quotidianamente una ISO in un disco esterno (facendola sovrascrivere) in maniera tale da poterla eventualmente installare su un "muletto". Che ne pensi?
Grazie in anticipo

Silvio Verdecchia ha detto...
on  

Hai ragione manco da tempo e sono un po` esaurito dalle tante cose attorno a me.
Per rispondere alla tua domanda:un remaster mi sembra troppa roba...
un idea sarebbe quella di usare un cms, owncloud, un wiki o un erp ecc. ti basta salvare un paio di cartelle il db di mysq in automatico, si puo usare anche con win o da rete, poi eventualmente una lista pacchetti creata con synaptic per reistallare un sistema linux identico.
forse si puo' fare anche meglio ma bisogna conoscere i dettagli dell`organizzazione e delle sue priorita'.
In alternativa valutare servizi come gdocs o box.net ma owncloud mi sembra ottimo.

stef@no ha detto...
on  

Oh, ci sei ancora... Grazie infinite per la presenza e la risposta.
Il famoso portale sarebbe proprio un cms in PHP che ci portatiamo appresso da qualche anno e che ha le sue esigenze in termini di versioni di php, di mysql. Inoltre ha diversi Gb di allegati che sono fondamentali per il lavoro di tutto l'ufficio. Al ultimo crash son passati diversi giorni per il ripristino del sistema proprio perchè non riuscivamo a mettere a punto il cms con le ultime versioni dei vari compenenti. A questo aggiungici che la direzione è contraria al salvataggio in luoghi differenti da unità in locale.
Ecco perchè pensavo che, come soluzione di disaster recovery o comunque soluzione ponte per ridurre a pochi minuti i tempi di interruziobne del servizio, potesse funzionare una ISO da mettere su una macchina qualunque o, meglio ancora, una macchina virtuale. Facile, rapido, (quasi) indolore.
Ancora una volta: che ne pensi? (e grazie ancora)

Silvio Verdecchia ha detto...
on  

Condividuo la sistemazione sicura infatti il server che intendevo opera in casa, cioè un cms su di un server nella propria lan che si sincronizza i dati di backup da solo mentre i backup locali si possono fare nel cloud del server casalingo steso (2 partizioni / e data), per quello dicevo owncloud, hai una cartella tipo dropbox in comune, un'interfaccia web per i docs che devono essere raggiunti per browser anche dai clienti magari usanto un IP sincronizzato e aggiornato di un sito web che cambia sempre versioni di apache ecc...
Cmq neanche ame piacciono molto i cms proprio per gl'aggiornamenti e le estensioni che poi all'improvviso non girano più...queste cose ti costringono ad usare i plugin con moderazione.

Related Posts with Thumbnails