Ad Menu

Grub Customizer

Grub Customizer:
Grub Customizer è un gestore d'impostazioni con interfaccia grafica per GRUB2.
Con "Grub Customizer" è possibile selezionare l'ordine d'avvio di default, modificare l'aspetto del menu, regolare il timeout, impostare i parametri del kernel, modificare le altre voci per il recupero e cambiare la risoluzione della schermata d'avvio, consente di cambiare i colori dei menu o l'inserimento di un'immagine di sfondo.
L'applicazione genera un nuovo file "boot.cfg" ed esegue "sudo update-grub" automaticamente, mentre le personalizzazioni non verranno sovrascritte.
Grub Customizer consente di leggere, scrivere e salvare nuovamente le impostazioni nel MBR del disco rigido anche da LIVE-CD.
Nota: L'applicazione è uno strumento di configurazione grafica per GRUB 2 che integra e offre al momento più funzioni di Burg che potrebbe risultare non completamente compatibile con le impostazioni salvate da Grub Customizer.





Installazione:
Aprire un terminale e digitare:

sudo add-apt-repository ppa:danielrichter2007/grub-customizer

sudo apt-get update

sudo apt-get install grub-customizer

Al termine trovate l'applicazione nel menù: Applicazioni-->Strumenti di Sistema-->Grub Customizer.
Per altre distro è possibile ottenere l'applicazione con:

bzr branch lp:grub-customizer

Dettagli: Qui.
Questo è tutto:)


Share/Bookmark
Stampa il Post - Print this Post

Comments :

3 commenti to “ Grub Customizer ”
116821049330567234685 ha detto...
on  

Ciao complimenti per l'articolo. Volevo sapere se era possibile aggiungere una password per evitare modifiche o accessi dalla linea di comando del grug2. grazie

silvio1964 ha detto...
on  

Per aggiungere una password bisogna modificare tutti i script della cartella " /etc/grub.d" che generano poi le voci di menù.
Questo va fatto tutto da terminale, grub-customizer non lo può fare per adesso almeno.
CMQ per farlo vedi questo post che spiega come aggiungere password alle voci del grub-menu: http://ubuntuforums.org/showthread.php?t=1369019 spero d'essere stato utile.

silvio1964 ha detto...
on  

Una cosa che mi viene in mente solo ora è che anche se si protegge il grub-menu con delle password è possibile sostituire/cambiare e arrivare al GDM (Con un remaster o liveCD).
L'unico modo sicuro ma rischioso è quello di aggiungere una PW al bios.

Related Posts with Thumbnails