Ad Menu

LibreCad

LibreCad:
Con la presentazione ufficiale di caduntu che esce dalla fase beta, si è deciso di cambiare nome dell'applicazione e del dominio.
Il nome dice tutto: Libre (Aperto/gratuito) e CAD (Computer Aided Design).
LibreCad (2D) utilizza le librerie QT4 e si integra bene sia in Gnome che in KDE ed è disponibile per varie distro gnu/linux, OSX, e windows.
L'applicazione è un fork di QCAD, un programma molto utilizzato in asia che però utilizza formati propri, LibreCad supporta invece file: DFX (2000 e R12), e cxf (non ancora DWG).
Lo sviluppo di applicazioni CAD per ambienti Gnu/Linux è partito in ritardo ma all'orizonte si prospettano tante nuove alternative annunciate, e molto valide, tra cui questa supportata dalla community.
L'applicazione è una soluzione gratuita e alternativa al blasonato AutoCad; supporta una ventina di lingue per l'interfaccia e s'installa facilmente da repo.






Installazione:
L'applicazione riceve un PPA su launchpad, per installare, aprire un terminale e digitare:

Per Ubuntu 10.04 (Lucid Lynx):

sudo add-apt-repository ppa:showard314/librecad

sudo apt-get update

sudo apt-get install librecad

Per Ubuntu 10.10 (Maverick Meerkat) e 11.04 (Natty Narwhal):

sudo add-apt-repository ppa:showard314/ppa

sudo apt-get update

sudo apt-get install librecad

Al termine dell'installazione trovate l'applicazione nel menù: Applicazioni-->Grafica-->LibreCAD.
Repo e downloads per: OpenSuse, Mandriva, Fedora, Debian, Ubuntu, Qui.
Downloads per windows e OSX: Qui.
Homepage: Qui.
Questo è tutto;)

Share/Bookmark
Stampa il Post - Print this Post

Comments :

0 commenti to “ LibreCad ”
Related Posts with Thumbnails