Ad Menu

Estensioni per LibreOffice

Estensioni per LibreOffice:
Con la nascita di LibreOffice, dovuta alla scissione indotta da oracle, siamo passati tutti o quasi all'installazione di questa nuova "Suite d'ufficio" completamente ripulita da codice proprietario.
L'installazione implica l'aggiunta del Repo dedicato, e la rimozione automatica di openoffice.
Per coloro che non hanno ancora fatto il passaggio, aprire un terminale e digitare:

sudo apt-get remove --purge openoffice*.*

sudo add-apt-repository ppa:libreoffice/ppa

sudo apt-get update

Per utenti Gnome:

sudo apt-get install libreoffice-gnome libreoffice libreoffice-l10n-it

Per utenti KDE:

sudo apt-get install libreoffice-kde libreoffice libreoffice-l10n-it


Nota: It sta per italiano, usare altra sigla eventualmente.
Per utenti Maverick o precedenti consiglio di avviare dopo l'adeguamento Synaptic (Sistema-->Amministrazione-->Package manager), e riempire il campo "cerca" con "openoffce" per deselezionare e disinstallare i vari pacchetti aggiuntivi di OpenOffice ancora presenti nel sistema, successivamente sempre in synaptic cercare "libreoffice", e installare gl'ononimi o restanti pacchetti mancanti.
Questa operazione estende le funzionalità e ripulisce il sistema da pacchetti non più utilizzati.

Impostazioni:
Una Suite completa come OpenOffice o LibreOffice ha delle impostazioni di default che rallentano l'avvio delle applicazioni e il caricamento di documenti; per velocizzare queste operazioni bisogna fare alcune modifiche alle impostazioni di default.
Selezionate dal menù il lanciatore "Avvio veloce" (Applicazioni-->ufficio-->LibreOffice) la voce: Strumenti-->Opzioni.
Appirà un dialogo con un albero di scelta alla sinistra, espandere il nodo "memoria", ridurre le operazioni annullabili (Undo/Redo) da tenere in memoria, da 100 a qualcosa di più ragionevole, nel mio caso a 20.
Specificare quanta memoria dedicare alla suite con un massimo di 256 MB, nel mio caso 100 MB; ridurre la "Memoria di oggetti" (immagini, grafici, suoni…) a da 5,2 MB a 3 MB ciascuno, e ridurre gl'oggetti da tenere in memoria a 15 per esempio.
Infine valutare eventualmente di attivare "Quickstart" se si utilizza molto la Suite d'ufficio, tenendo presente che questo carica le parti comuni all’avvio del pc ma avvia poi tutto questo ambaradam in 2 secondi.
Inoltre nella sezione "Aspetto" è possibile cambiare i colori per avere il foglio bianco, questo quando utilizzate un tema scuro.





Estensioni per LibreOffice:
La comunity di LibreOffice ha messo a disposizione anche le famose estensioni che consentono di estendere ulteriormente le funzionalità di LibreOffice.
Le principali e più utilizzate estensioni si possono scaricare direttamente dal programma d'avvio veloce (Applicazioni-->Ufficio-->LibreOffice) selezionando il link incorporato di "LibrePlanet" oppure da: Qui.
Terminato il download delle estensioni desiderate è sufficiente selezionare dal menù la voce: "Strumenti-->Gestione Estensioni" e indicare il percorso per integrarle.
Queste sono tutte consigliate dalla comunità e sono completamente libere, e comunque installate almeno quelle di base, tra cui vi consiglio: AddPics, Alternative Find/replace, Batch2PDF, DataForm, Qooots, Pagination, PhotoAlbum, Writer Tools, Writer2epub.

Altre estensioni molto utili non presenti su LibrePlanet:

Dizionario Italiano: Qui. *


CropOOO: Qui.

PDF Import: Qui. *

Professional Template Pack I (english): Qui. *

Professional Template Pack II (english): Qui. *

Read Text: Qui.

Import/Export to Docs,zoho,WebDav: Qui. *

Modern Impress Templates: Qui.

Template Changer: Qui.

OO Translator: Qui.

Report Builder: Qui.

Presenter Console: Qui.

Presentation Minimizer: Qui.

OGL-Trans: sudo apt-get install libreoffice-ogltrans

Altre informazioni sono nella recensione di OpenOffice: Qui.

Aggiornamento:
Quelli segnalati con l'asterisco (*) dipendono dal server di Open-Office e non sono raggiungibili al momento (Chissà perchè).
Questo è tutto;)

Share/Bookmark
Stampa il Post - Print this Post

Comments :

10 commenti to “ Estensioni per LibreOffice ”
Alessandro ha detto...
on  

Bello bello, aspettavo una guida su Libreoffice da tempo! Come ti sembra? meglio o peggio di OpenOffice?

FAUSTO ha detto...
on  

Al solito....la rete si riempie di annunci su un nuovo software,aggiornamento e distribuzione. Poi Ubuntubond provvede a fare la guida tra le più chiare e le più complete. i Blog dovrebbero essere catalogati non per numero di visite ma per qualità. Libreoffice ne è ancora una prova...

silvio1964 ha detto...
on  

Per Alessandro:
Mi piaceva di più il nome openoffice mentre libreoffice suona strano.
Per il resto mi sembra migliore, comunque sono pieno di aspettative, tipo il menu laterale o la nuova barra di strumenti raggruppata in scgede.

silvio1964 ha detto...
on  

Per Fausto:
Ti ringrazio e comunque hai ragione alcune volte siamo tutti un pò sterili,però anch'io ho fatto l'annuncio quando non se ne sapeva ancora niente: http://ubuntubond.blogspot.com/2010/09/libreoffice.html

FAUSTO ha detto...
on  

Il nome Libreoffice è orribile....credo non sia necessario ricordare in ogni occasione la contrapposizione tra proprietario e libero. La scrittura è la manifestazione più elevata dell'uomo, fin ora è stato il medioevo del sapere con questo progetto stiamo varcando un'epoca di storture nel campo del software dedicato alla scrittura. La scelta ad esempio di Calligra sul fronte KDE mi sembra più proporzionata. Credo Silvio che al di la delle funzioni del sotware ci sia finalmente il gesto importante che da adesso in poi nessuno potrà più tenere nascosti gli strumenti che ci permettono di scrivere e leggere, o pretendere per essi un dazio. Questo aspetto credo sia un aspetto molto importante.Spero finiscano le schermaglie evidenti fra sviluppatori delle due versioni e spero che da qualche parte si trovi di nuovo un punto di incontro, spero che oracle capisca che non ha nessun senso tutto questo e spero che capisca che la sua legittima attività di azienda non verrà minimamente intaccata dal donare tutto quello che che non può in nessun modo essere venduto. La scelta di office di microsoft non è legata al fatto che le persone siano consapevoli ma l'esatto opposto molti non si pongono domande e accettano di seguire la corrente ...è cosi anche nella vita purtroppo!
Ho divagato troppo? Spero di no! Grazie ancora Silvio per le tue guide.

silvio1964 ha detto...
on  

Il software libero è per gl'uomini di buona volontà, la libertà costa, e il percorso scomodo dà molta più soddisfazione poichè linux rende felici;))

Stefano ha detto...
on  

sweet d'ufficio??? e che è? un dessert?

silvio1964 ha detto...
on  

Cotto e mangiato:-)

marinaiomec ha detto...
on  

Per che non si riesce a scaricare le estensioni da prese da libreplanet ne quelle di altri siti?

Silvio Verdecchia ha detto...
on  

Grazie per la segnalazione: avrei voluto che fosse colpa mia, invece è il sito di OpenOffice che non gira, almeno per il momento.

Related Posts with Thumbnails